DIGITAL DREAMER.
Non serve andare distante.

Video-Arte Internazionale a Castelfranco.

No non è una bufala, è tutto vero,  a Castelfranco Veneto nei prossimi mesi si terrà una rassegna di Video-Arte a livello internazionale, presentata da uno dei maggiori esperti italiani per l’arte digitale, ENNIO BIANCO, che ci farà conoscere le nuove tendenze, gli autori e le loro produzioni in ambito Video.
Il tutto in quattro incontri, divisi per gruppi tematici e precisamente  in queste date:

19 Novembre – Second Nature, Body, Dance, Music
26 Novembre – Dystopias, Architectures, Identities
03 Dicembre – Net World, Security, Interactivity, Errors
10 Dicembre – Video Mapping, Materialization

Incontri dove verranno presentati gli aspetti creativi e la loro interazione con le tecnologie digitali, le visioni e le motivazioni che hanno mosso gli artisti per la produzione dei video che sono presentati a questo DIGITAL DREAMER, un incontro che si presenta come un festival e non una mostra, un incontro dove sarà possibile avere uno scambio di opinioni con un esperto in arte video, condividendo con i presenti le esperienze nel campo della produzione video.

 

Il tutto grazie all’attività di un piccolo ma attivo centro culturale di Castelfranco Veneto: il PUK, in via Puccini 2B e all’instancabile attività del suo ideatore Fausto Crocetta.

 

Penso che per gli studenti di questa scuola e in particolare a quelli che seguono il corso di audiovisivo e multimedia, sarà un’occasione da non perdere, dove si scoprirà che gli script in After Effect, uniti a immagini e video sono in grado di generare composizioni dinamiche di grande impatto visivo.
Vedendo alcuni di questi filmati, di cui riporto qualche esempio, mi vengono a mente frammenti di letture sulla ricerca di integrazione fra umanità e intelligenza artificiale, dove con il motto “Code is poetry”, molti sperimentatori, animati da spirito di ricerca sempre in bilico fra delirio e concretezza, cercano di far emergere creatività da una stringa di codice applicata ad una macchia, una linea che diventa forma, un’immagine che viene alterata, creando nuove rappresentazioni dello spazio e della materia.

 

Certo sono cose molto distanti da quelle che facciamo noi a scuola, qui c’è l’integrazione dell’immagine con molta programmazione e l’uso di tecnologie diverse dalle nostre, come il 3D.
Interessante anche questo uso della presentazione video su Tumblr.
Cose diverse, ma forse proprio per questo sono cose che meritano di essere viste come stimolo alla personale ricerca di ognuno di noi.

Prendete nota delle date gente, quattro domeniche in compagnia di video maker internazionali alle ore 17,30 al PUK di Castelfranco Veneto.

QUI PER LA LOCANDINA